Case Study RFID per Fashion Retail

Case study settore fashion retail: tag RFID sui capi per il miglioramento delle attività nei punti vendita

Azienda cliente:

produttore e brand italiano di moda underwear.

Ambito della soluzione:

tagging RFID dei capi per il miglioramento delle attività nei punti vendita.

La sfida
Inefficienze nei punti vendita

Il cliente, forte di una rete commerciale ramificata su scala globale, si è rivolo a KFI per snellire e modernizzare le attività nei punti vendita. In particolare, l’azienda produttrice di moda intima mirava a ottimizzare attività come:

  • l’inventario
  • il servizio di cassa rapida
  • la gestione dell’antitaccheggio
underwear

La soluzione
Partire dai plant produttivi per ottimizzare i punti vendita

Per ottenere questi risultati, si è deciso di spostare il focus a monte del processo distributivo e di agire direttamente negli stabilimenti produttivi, sfruttando lo storico know-how di KFI in ambito logistico e manifatturiero.

Al fine di proporre una soluzione semplice e capace di soddisfare simultaneamente tutti i requisiti, KFI ha introdotto la tecnologia RFID Ultra wide Band nell’ etichettatura dei capi realizzati in tre differenti plant europei.
KFI è intervenuta nei momenti finali della produzione, appena dopo la fase in cui una macchina applica ai capi un cartoncino riportante il barcode del prodotto, le relative informazioni commerciali e un tag RFID vergine. A questo punto il capo transita attraverso la stazione RFID di KFI. Qui è presente un controller Kathrein che interroga un database, ricavando le informazioni sull’articolo attualmente in produzione.

Grazie a questi dati, il software esamina che l’etichettatrice abbia applicato il codice corretto e che la stampa sia ben leggibile. Se la verifica del codice a barre dà esito positivo, grazie a un algoritmo di conversione, prende avvio la codifica del tag. In questo processo il controller memorizza nel supporto i riferimenti del plant produttivo e il codice EAN dell’articolo secondo gli standard GS1. Il tutto criptato e protetto da password, per evitare sovrascritture indesiderate.

Per presidiare i processi di etichettatura e codifica è stato sviluppato un applicativo ad hoc. Questo strumento, grazie a una serie di interfacce grafiche, consente agli utenti di monitorare lo stato dei controller e delle linee coinvolte. Dalla sua dashboard è infatti possibile tracciare le operazioni di scrittura RFID ottenendo dei report sugli errori riscontrati.

I risultati
Una shopping experience più coinvolgente e clienti soddisfatti

L’ampia flessibilità del software implementato da KFI consente di aggiungere in pochi passi nuovi controller RFID e di approntare velocemente ulteriori stazioni per la codifica. Questo rende la soluzione facilmente scalabile, tanto che è stata estesa a diverse nuove linee produttive negli stabilimenti coinvolti.

KFI ha dunque centrato tutti gli obiettivi iniziali. Con un’unica soluzione, implementata negli stabilimenti produttivi, è stato possibile efficientare le attività nei punti vendita del gruppo, semplificando le attività dei commessi e gettando le basi per una migliore brand experience.

Ti è piaciuto il case study? Scaricalo anche in versione pdf ⇓

Vorresti saperne di più?

Contattaci per una consulenza gratuita!

Siamo specializzato nella realizzazione di progetti innovativi e su misura. Collaboriamo con i più importanti
produttori di tecnologie a livello mondiale e supportiamo le aziende nel tracciare, innovare ed efficientare
i processi in tutte le fasi della Supply Chain.